News & Blog

Come organizzare un lancio di prodotto virtuale di successo

27-articolo-lancio-thumb

Anche nel 2021 continueremo ad assistere a lanci di prodotto e eventi online; è fondamentale quindi ricordare che un lancio non consiste più solo in un momento isolato, ma si articola in una serie di eventi che lavorano in sinergia, spalleggiandosi a vicenda: teaser – lancio – follow up. 

Negli ultimi 18 mesi, a causa della pandemia, sono saltati tantissimi eventi “fisici”, dalle fiere di settore ai lanci di singoli prodotti in store, dalle sfilate di moda ai test drive di prova dei nuovo modelli di automobile.
Si stima ad esempio che sul solo 2020 l’87% dei professionisti del marketing abbia annullato alcuni degli eventi pianificati.

Lo spazio per questo genere di attività si è gioco-forza spostato online, complice anche la maggior predisposizione tecnologica e mentale dei vari utenti a parteciparvi, con il 56% degli utenti che afferma che guardare le trasmissioni in live streaming equivale quasi ad assistere a un evento di persona.

L’altro lato della medaglia è però rappresentato dal fatto che quasi tutti siamo ormai provati dalla cosiddetta Zoom fatigue, e vorremmo all’opposto tornare spesso alle care vecchie abitudini pre-covid.

Come fare pertanto a organizzare un lancio online di successo tenendo conto delle variabili sopra-descritte?

Anzitutto è bene ricordare che un evento virtuale organizzato magistralmente ha il grandissimo vantaggio, rispetto a un lancio “dal vivo”, di poter intercettare un numero più ampio di partecipanti, potendo aumentare la copertura e il coinvolgimento, e di sviluppare un follow-up quasi in tempo reale, il tutto a costi nettamente più bassi, sia per chi organizza che per chi deve prendervi parte.

Lavorando sull’evento online bisogna poi ragionare sempre sullo schema:

27-articolo-lancio

per ottimizzare al massimo gli asset creativi e di comunicazione di un brand.

Un lancio infatti non è più limitato a un solo momento.
Nel 2020 i lanci virtuali di prodotti che hanno riscosso maggior successo si sono tutti basati sul modello descritto sopra: un periodo precedente al lancio, un evento di lancio vero e proprio e un follow-up successivo.

1. Fase di teaser

Creare hype attorno a un nuovo prodotto o servizio è fondamentale, anche se magari alcuni dettagli di finalizzazione non sono stati ancora definiti dalle Aziende.
Per i lanci virtuali di maggior successo, la stragrande maggioranza delle informazioni logistiche deve essere già presente nei materiali di preparazione al lancio (es. data e l’ora dell’evento, un link che permetta agli utenti di registrarsi e ricevere promemoria etc).

Occorre poi, attraverso campagne e contenuti mirati, rimanere top of mind nella mente dei propri consumatori in target attraverso un piano editoriale ben congegnato e programmato precedentemente, dove attraverso lo stimolo ad esempio della curiosità o della FOMO (paura di essere tagliati fuori), si cercherà di accrescere sempre più il pubblico che prenderà parte al lancio.

27-articolo-lancio-teaser1

2. Il lancio

Il giorno del lancio è ovviamente il momento clou della nostra strategia, in cui l’obiettivo da centrare è uno e uno solo: fare assistere il maggior numero di persone (in target) possibile all’evento virtuale.

Una volta che gli spettatori sono entrati nello spazio online è poi importante continuare a interagire per incoraggiarli a restare a mezzo ad esempio di funzionalità come le chat dal vivo, per continuare la conversazione e scambiare opinioni con il pubblico.

Di seguito alcuni esempio di piattaforme da noi realizzate in sostituzione di fiere virtuali o di percorsi di formazione dal vivo per i diversi stakeholder di un’azienda:

27-articolo-lancio-lancio1

3. Il Follow Up

Fondamentale infine è rimanere top of mind anche nella fase successiva al lancio, per cercare di sfruttare al meglio l’hype creata dall’evento, anche se solo virtualmente.
I brand che hanno riscosso maggior successo per il lancio di prodotti lo scorso anno si sono dedicati con grande tenacia alle attività promozionali, a seconda del tipo di prodotto lanciato: qualora il prodotto fosse già disponibile, hanno fatto seguire al lancio creatività che comunicavano dove e come acquistarlo da subito; qualora invece per il prodotto lanciato fosse previsto un periodo di attesa, al lancio è seguita una una campagna che metteva in luce le caratteristiche del prodotto e spiegava come provarlo online così da continuare un racconto preciso con i propri potenziali clienti.

Poiché è certo che continueremo ad assistere ad altri eventi online quantomeno nel breve periodo, è fondamentale quindi ricordare che un lancio non consiste più solo in un momento isolato, ma si articola in una serie di eventi che lavorano in sinergia, spalleggiandosi a vicenda.

27-articolo-lancio-followup1

Vuoi vedere cosa abbiamo fatto lo scorso mese, a tal proposito, in occasione del lancio della nuova serie Lagom del Gruppo Terratinta?

LEGGI DI PIÙ QUI
Federico Menziani

About Federico Menziani

Partner, Managing Director Dopo la laurea in Bocconi (2010) entra nell’area marketing di Nike Italia dove si occupa di visual merchandising e product presentation. Nel 2012 entra nella sua prima agenzia come project manager pr, seguendo clienti come Vodafone, Conad Centro Nord e Terna in attività di accounting e ufficio stampa. Nel gennaio 2013, a 27 anni, fonda VENTISETTE.