ArticoliWordpress

GDPR e il nuovo marketing: trasformazioni e obiettivi mirati

By 25 maggio 2018 No Comments
gdpr

Oggi, 25 maggio 2018, entra in vigore all’interno dell’UE il tanto chiacchierato GDPR, General Data Protection Regulation. Noi di Ventisette vorremmo provare oggi a rispondere a quella che nel nostro settore è – ad oggi – la domanda fondamentale: questo regolamento cambierà davvero il nostro modo di fare marketing?

Obiettivi e conseguenze del GDPR

L’obiettivo principale del nuovo GDPR è quello di proteggere i cittadini europei da qualsiasi tipo di violazione possibile riguardante i loro dati personali e la loro privacy. La conseguenza maggiore sarà quindi una maggior protezione e attenzione ai nostri profili e ai nostri dati sensibili.

A questo punto, però, vi starete chiedendo: “Come potrebbe realizzarsi concretamente tutto ciò?”: attraverso decisioni automatizzate e profilazione. 

Profilazione e Web Marketing

Quando parliamo di profilazione facciamo riferimento al “profilo” di singoli individui. Tale profilo, attraverso strumenti specifici di analisi e web marketing, viene analizzato e categorizzato secondo determinati criteri e standard.

Per chiarirci meglio le idee possiamo prendere, come esempio, il nostro stimato social di punta: Facebook. Un articolo di Ninja ci fa notare come la stessa azienda abbia chiarito quali modifiche verranno apportate in seguito al GDPR. Leggiamo, quindi, che qualsiasi tipo di dato volessimo aggiungere al nostro profilo social, questo verrà sottoposto a protezione speciale ai sensi del diritto comunitario. Le informazioni inserite verranno mostrate solo a coloro ai quali desideriamo mostrarle. Tali informazioni verrano poi utilizzate per finalità di marketing e pubblicità dalle varie aziende e, sottoposte quindi, a decisioni automatizzate.

Da un lato questa innovazione farà si che tutti gli enti di marketing e pubblicità – come la nostra agenzia, ma anche i grandissimi del marketing digitale e social (Google, Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin ecc),- dedichino una maggior attenzione alla tutela dei dati sensibili degli utenti.

Dall’altro, questi stessi enti potranno godere di pubblicità mirata e potenzialmente più efficace.

Per saperne di più riguardo a questo argomento puoi leggere anche un articolo molto interessante pubblicato su Engage Marketing.

Se hai trovato interessante il nostro articolo, continua ad informarti sulla nostra pagina dedicata ad articoli e news.