News & Blog

Il font DIN: la storia (in breve, promesso) del carattere del nostro logo.

By 6 ottobre 2015 No Comments
Processed with VSCOcam with a5 preset

Il font del nostro logo è il DIN. I bravi designer lo riconoscono subito, è uno dei caratteri più famosi e ultimamente più in voga. Sembra disegnato ieri per le esigenze di oggi: è leggero ed elegante anche in bold, e in light rimane comunque ben presente e leggibile. Può riempire una pagina vuota con ferma discrezione, esattamente come un tedesco a gambe larghe nel mezzo di un piazzale! E infatti è tedesco, ma non contempraneo, anzi, è un tedesco di 110 anni.

Era il lontanto 1905, la Prussia era una regione ricca, il centro di un’europa che cresceva grazie ad un’industria pesante affermata e fiorente. Ma l’espansione era stata veloce e inaspettata. Da bravi tedeschi i prussiani dovevano mettere ordine, così inventarono un carattere univoco per tutta la segnaletica della rete ferroviaria. Nel 1920, in seguito alla necessità di unificare tutte le reti tedesche, la fonderia D.Stempel Ag prese quel font come base per creare il font DIN, era il 1923.

il carattere DIN, acronimo di Deutsches Institut für Normung, era parte di un piano più ampio di standardizzazione dei formati intrapreso dalla Germania, un piano che prevede ad esempio il DIN 824 e cioè il metodo di piegatura del foglio standard A0 in un fascicolo piegato in formato A4.

Esatto, il formato del foglio A4 che mettete oggi nella stampante, è stato definito dal DIN che diventerà la base del formato internazionale ISO. Formato che, ad eccezione dei soliti americani e canadesi, usiamo ancora oggi in quasi tutto il mondo!

Nel 1936 nasce il font DIN 1451 che diventa il carattere della segnaletica stradale tedesca, delle targhe, dei cartelli stradali. Nei successivi 50 anni viene venduto anche in stencil in diversi formati cosicchè venga applicato ad esempio su macchine e aereoplani, diventando in breve tempo uno dei simboli del design tedesco maggiormente riconosciuti e longevi.

Ne vengono realizzate diverse varianti negli anni 70 e 80, fino ad arrivare al 1995 quando l’olandese Albert-Jan Pool disegna su commissione di FontFont, il FF DIN che diventerà la variante più usata e che oggi riconosciamo semplicemente come font DIN, ed è appunto il carattere del nostro logo!

VENTISETTE-DIGITAL-COMMUNICATION-3

VENTISETTE-DIGITAL-COMMUNICATION-2

Le foto sono di un bel librone edito da Garzanti: “il libro del layout”, consigliatissimo agli studenti di graphic design.

Massimo Rinaldi

About Massimo Rinaldi

Designer e Direttore creativo con forti competenze nella comunicazione digitale. Oltre 10 anni di esperienza in progetti digitali e di comunicazione per clienti come Ferrero, Intesa San Paolo, Barilla, Unicredit, Max Mara Group, e applicazioni mobile per iOs, Nokia e Android, dove si é occupato di definire Customer journey, User Experience e User interface. Oggi è partner e direttore creativo di Ventisette Digital. IG @massimorinaldi27