News & Blog

SOCIAL MEDIA MARKETING MIX E CONTENUTI A PROVA DI COVID 19

By 5 novembre 2020 No Comments
Le 4 C del Contenuto Covid

Le 4 C del contenuto ai tempi di una pandemia globale.

Che le aziende debbano essere in grado di spostare sempre più il focus comunicativo dalla propria prospettiva a quella del cliente non è un mistero. Oggi è una necessità più che mai urgente.

Era il lontano 1993 quando Robert F. Lauterborn affiancò alle 4P (in seguito diventate 7) di McCarthy, 4 nuove leve del marketing mix, ovvero le 4C:

  • Customer Value: il valore del prodotto concepito dal consumatore. 
  • Customer Costs: il prezzo che il consumatore è disposto a pagare, rimanendo soddisfatto anche dal punto di vista finanziario.
  • Customer Convenience: la scelta delle modalità distributive più convenienti plasmata sulle esigenze del consumatore.
  • Customer Communication: Comunicazione orientata al consumatore. Non pubblicità o merchandising autoreferenziali, ma una concezione semanticamente più ampia volta alla costruzione di un brand, di un nome e di un legame duraturo con il cliente.

E ora? Come possiamo tradurre queste teorie nel 2021, con il Covid che ancora imperversa a livello globale?

Anche se la pandemia dovesse risolversi entro il 2022, le ripercussioni si faranno sentire per gli anni a venire. Per tale ragione i Brand devono essere in grado di adattare il proprio tone of voice a quello del proprio pubblico.

Dalle analisi del sentiment effettuate in ogni parte del mondo, il tono della conversazione del prossimo anno sarà determinato da quelle che Talkwalker – nel proprio report annuale “Social Media Trends 2021” – chiama le 4 C del contenuto relativo al COVID-19.

  • Community : i clienti assurgono più che mai a ruolo di comunità, di gruppo da intrattenere, al quale fornire supporto, distrazione, vicinanza, servizi utili… sempre più si dovrà investire in community management, social listening, sentiment analysis e in persone in grado di declinare il tono di voce di un brand in tal senso.

copertina-di-facebook-con-collage-di-foto-con-frutta-a-tema-cibo

  • Contactless: la mancanza di contatto deve essere sfruttata per implementare tutto ciò che agevola il cliente nel fruire dei nostri servizi. Pagamenti sui social, consegne senza contatto, take away, conversational marketing,… Questo è il momento in cui ogni azienda è chiamata a inventare, creare e ideare sistemi di vendita che saranno un tesoro prezioso anche se nel prossimo futuro.

copertina-di-facebook-con-collage-di-foto-con-frutta-a-tema-cibo-3

  • Cleanliness: mai sottovalutare la necessità di rassicurazioni da parte del propri clienti. La pulizia, la sanificazione e la sicurezza sono pilastri delle nuove ricerche degli utenti online. Manifestare la propria aderenza alle misure e mostrare ciò che si è messo in campo in tal senso, possono essere buoni esempi di comunicazione.

Cleanless examples

  • Compassion: compassione, condivisione, supporto a cause sociali. Questo è ciò che i clienti desiderano vedere oggi. Secondo le ultime ricerche di Sprout Social, 9 clienti su 10 sono disposti – in caso di esperienza negativa – a dare una seconda occasione a Brand che reputano trasparenti e socialmente impegnati, il 66% degli stessi crede inoltre che oggi le aziende debbano prendere posizione, poichè in grado di aiutare i grandi cambiamenti sociali.

compassion examples

Via, dunque, all’analisi continua e costante della pandemia, della società, dei cambiamenti legislativi. Attenzione a non farsi guidare dai trend senza saperli modulare adeguandoli al proprio tono di voce, rispettando la propria brand identity, adattandola senza stravolgerla o, peggio, risultare finti.

Il nostro consiglio?
Affidatevi a dei professionisti.
E indossate sempre la mascherina!

Laura Turci

About Laura Turci

Social media strategist & copywriter. Divoratrice di libri e serie TV, laureata in lingue, ma con un executive master in Social Media Management & Digital Marketing, dorme poco, scrive tanto, studia sempre e beve troppo caffè. Per Ventisette Digital crea strategie di social media marketing, insegue kpi, coccola community e si nutre di copywriting.